Botti di Capodanno “3 Consigli Utili” per Prevenire lo Stress ai nostri Cani & Gatti.

botti-di-capodannospaventano-e-uccidono-gli-animali

Durante le Feste di Fine Anno alcuni “Umani” si divertono ad utilizzare Fuochi Artificiali, Petardi, Botti e quant’altro crei frastuono… per festeggiare.

Gli animali “Non Sopportano” tutti questi “Frastuoni”. Infatti in alcuni casi potrebbero avvenire Svenimenti, Collassi e Fughe dalla propria Casa.

Vogliamo darti 3 Consigli Utili per Attutire il Fastidio e lo Stress che possono subire i tuoi amati animali:

  • Potresti utilizzate già alcuni giorni prima dei festeggiamenti dei Feromoni Artificiali che rilassino il tuo Cane o il tuo Gatto

I Feromoni vengono percepiti come gli ormoni della loro Mamma e … quando c’è nelle  vicinanze la Mamma tutti sono Naturalmente più tranquilli;

  • Potresti utilizzate degli appositi Cappottini Abbraccianti che simulano l’Abbraccio Confortante della loro Mamma;
  • Tieni se possibile gli Animali con te durante gli spari, magari con della musica ad un volume che contenga i frastuoni.

Se possibile devi SDRAMMATIZZARE quanto sta succedendo… nel senso di far finta che sia una situazione meno “Tragica” di quanto possa sembrare.

Come sai gli animali percepiscono le nostre ansie e le nostre paure molto bene, pertanto il tuo Animale si tranquillizzerà vedendoti tranquillo… tu sei un suo familiare e se la famiglia è tranquilla, anche lui lo sarà.

marion-michele-444018-unsplash Photo by Marion Michele on Unsplash

Se non sarai in compagnia del tuo Animale, mettilo in una stanza con della musica di sottofondo ad un volume che copra i rumori esterni.

Sarebbe opportuno incominciare ad abituare i vostri animali alla musica ad un volume “Un poco più Alto” già qualche giorno prima per far sì che per loro diventi una consuetudine e non “Magari uno Stress Superiore” al frastuono dei botti (logicamente senza disturbare troppo i vicini altrimenti potresti avere altri tipi di problemi).

Da We & Pets di Zanica (Bg) in Via Padergnone 36 personale specializzato i potrà dare informazioni sui prodotti da utilizzare.

444018-Photo by Marion Michele on Unsplash

Il Cane rifiuta le crocchette? 5 consigli da adottare.

#1 Cane che non mangia le crocchette 2018 10 23

Dilemma amletico che affligge migliaia di padroni di Cani! Avete scelto le crocchette migliori per il vostro Cane e costui si rifiuta categoricamente di mangiarle!

Oggi rispondiamo ad una domanda inviataci da Giovanna, una nostra follower che ci ha scritto all’indirizzo community@pets-us.eu  . Giovanna non riesce ad abituare Arturo  (Bouledogue  Francese) a mangiare le crocchette perché il cane preferisce mangiare solo umido.

Buongiorno amici di Pets&Us! Vorrei abituare il mio Arturo, un Bouledogue Francese di 2 anni a mangiare le crocchette in alternativa all’umido. Arturo apprezza soprattutto la pappa umida ma mi è stato consigliato dal Veterinario di nutrirlo anche con delle crocchette per migliorare la sua igiene orale. Ringrazio anticipatamente per l’attenzione e per l’eventuale risposta.  Giovanna.

Esistono in commercio ottimi alimenti umidi completi ma somministrare almeno 1 volta al giorno le crocchette al tuo Cane sarà salutare in quanto perlomeno pulirà i denti per mezzo dell’azione meccanica  che le stesse eserciteranno sui denti durante la masticazione.

Allora Giovanna vediamo di elencare alcune comportamenti da tenere  per far si che  Arturo non rifiuti di sgranocchiare le crocchette migliori che hai scelto :

  1. Arturo non dovrebbe mai essere in sala da pranzo con voi durante i vostri pasti per non imparare a Mendicare il cibo mentre voi mangiate;
  2. Ad Arturo bisognerebbe dare razionate le crocchette in vari pasti durante il giorno per far si che non ci sia un’abbondanza in un solo pasto per tre motivi 1° perché un pasto troppo abbondante lo indurrebbe a farne avanzare sempre … un pochino, 2°perché lasciando le crocchette tutto il giorno nella ciotola le stesse potrebbero perdere il sapore ed irrancidirsi risultando poco appetibili, 3° perché il razionamento permetterà di fargli capire che… fino al prossimo pasto non ne avrà altre;
  3. Dopo avere lasciato le crocchette a disposizione per un lasso di tempo ragionevole (5 massimo 10 minuti) per essere mangiate, le stesse dovranno essere tolte e non più riproposte sino al pasto successivo;

Per Arturo il pasto non deve essere considerato un gioco o un premio ma un momento dove lui dovrà saziare la sua fame sino al pasto successivo. Quindi niente giochi durante i pasti ma serietà e semmai una ricompensa in coccole, o con un succulento  premio  dopo che avrà mangiato tutto;

#2 Cane che non mangia le crocchette

Sarebbe indicato anche che Arturo ricevesse i pasti dalle solite persone sia per una situazione di “disciplina” che di sua sicurezza. Infatti Arturo imparerà a non accettare il cibo da tutti… malintenzionati compresi.  I malintenzionati tra l’altro potrebbero minare anche alla sicurezza della tua famiglia, visto che il cane oltretutto è anche un fedele guardiano del tuo nucleo famigliare.

Insomma Giovanna il tuo Arturo dopo qualche giorno dovrebbe imparare i tempi e mangiare nei momenti opportuni la pappa che avrai scelto accuratamente in un negozio specializzato. Da We & Pets Zanica potrai ricevere utili consigli per la scelta delle crocchette più adatte.

Se anche tu come Giovanna hai bisogno di un consiglio, o hai un problema con il tuo animale domestico, scrivi a community@pets-us.eu

Photo by michael schaffler on Unsplash

Photo by S A R A H ✗ S H A R P on Unsplash

 

Il giorno più stressante per i nostri animali domestici è…

anusha-barwa-428445-unsplash

Photo by Anusha Barwa on Unsplash

Premettendo che non c’è nessuna base scientifica che provi quanto supposto in questo articolo, vi siete mai chiesti quale potrebbe essere il giorno più stressante per i nostri animali domestici?

Magari potrebbe essere proprio il sabato! Il giorno durante il quale siamo abituati a fare le grandi pulizie aprendo finestre, accendendo l’aspirapolvere e spostando i mobili. Magari chiudendo anche il nostro amico in un locale per non farlo scappare sul pavimento appena lavato!

Gli animali domestici amano la routine e le certezze che sicuramente hanno nei giorni della settimana, dove i loro padroni e padroncini sono al lavoro o a scuola e tutto sommato l’ambiente dove vivono è tranquillo per la maggior parte del giorno.

Ma quando sono tutti a casa?

L’ insieme di rumori, agitazione, spostamenti potrebbero recare disturbo ai nostri animali domestici. Se poi aggiungiamo che vogliamo magari pulirli (ben bene) con un bagnetto, o spazzolarli, toelettarli ecc. tutto questo potrebbe aumentare lo stress.

Per esempio il mio Maltese, che è abituato a rimanere a casa da solo durante il giorno, il sabato quando tutta la famiglia è a casa non può dormire quanto vorrebbe e nel silenzio perché c’è un continuo via vai e l’aspirapolvere acceso per tutta mattina (cosa che odia molto). Arriva sera ed è molto stanco e scocciato.

É anche vero che il sabato e la domenica sono giornate dedicate anche alle passeggiate, alle coccole sul divano e ai giochi.

E’ quindi sicuro che con la loro saggezza innata sanno che il sabato tutto sommato è un giorno che oltre alle scocciature avranno anche tante gratificazioni.

Anche il vostro animale domestico soffre la vostra presenza durante il weekend?

Vi è mai capitato di vederlo stanco o spazientito?

Scrivici la tua esperienza a community@pets-us.eu

alex-bertman-502103-unsplash

Photo by Alex Bertman on Unsplash

Vorrei prendere un altro gatto ma non vorrei che il mio risentisse del nuovo inquilino. Come fare?

Buonasera a tutti! Questa sera nel nostro blog risponderemo a Chiara, una nostra follower che ci ha scritto all’indirizzo community@pets-us.eu.

Ciao amici di Pets&Us, vi seguo sempre! Vi scrivo perché ho un gatto di nome George. É molto affettuoso e giocherellone! Per miei problemi lavorativi a breve George rimarrà a casa molto più tempo da solo. Mi piacerebbe prendere un altro gatto che gli faccia compagnia durante il giorno così possono giocare insieme e lui non si sente troppo solo. Come devo fare? Non vorrei che George prendesse male l’arrivo del nuovo gatto anziché considerarlo un amico. Grazie per i preziosi consigli. Chiara.

Cara Chiara, in effetti non è molto semplice la faccenda. Prima di introdurre un altro gatto tra le mura domestiche bisogna pensare bene sul come e sul quando farlo per non creare un disagio a George che già vive con te.

Per evitare che George si indisponga è utile preparare l’ambiente e gli spazi dove già vive con l’utilizzo di feromoni naturali.

I feromoni possono aiutare a rilassare l’animale senza che subisca troppo stress. 

Bisogna infatti sapere che per un gatto abituato ad essere coccolato, viziato e seguito ogni giorno, non sarà di certo semplice accettare un nuovo arrivato.

Nel suo DNA il gatto è un predatore solitario che nel corso della sua evoluzione si è inserito nelle comunità solo se e quando erano di suo gradimento. A differenza del cane, il gatto non ha bisogno di aggregarsi o di vivere in branco. E’ stato capace negli anni di cacciare e trovare riparo da solo, unendosi poi ad un gruppo solo dopo averne scoperto i vantaggi. 

Il gatto è attento alle proprie esigenze ed infatti, solo dopo aver trovato ristoro, cibo e acqua, deciderà condurre una vita in comunità. Nonostante ciò non accetterà sempre con gioia un nuovo simile con cui dividere i propri spazi abitativi. Noi umani pensiamo che si senta solo, quando in realtà lui non sente questo bisogno. E’ necessario certamente valutare anche il carattere del gatto: ci sono animali più socievoli e pazienti, altri invece intolleranti ad altre compagnie. 

Il nuovo arrivo viene visto come colui o colei che mangerà, dormirà e giocherà nello stesso ambiente che fino a poco tempo fa era solo ad uso esclusivo del vostro gatto. Nel corso della convivenza si vedranno poi le reazioni tra i due felini, siano essi due maschi, due femmine, un cucciolo e un anziano oppure un maschio adulto con una gattina piccola.

Insomma Chiara il tuo George non sentirà l’esigenza di una compagnia ma se vuoi prendere un nuovo gatto presta attenzione e prendi questi semplici accorgimenti.
I feromoni sono la soluzione più semplice e se vuoi un ulteriore consiglio li puoi trovare da We&Pets, negozio specializzato per la cura degli animali, a Zanica. 

Se anche tu come Chiara hai bisogno di un consiglio o hai un problema con il tuo animale, scrivici a community@pets-us.eu !

Il cane al mare? Certo che sì, ma attenzione!

3 utili consigli su come gestire il proprio cane al mare o al lago dopo il bagno.

Cane che esce dal mare

Sempre più hotel e strutture in Italia sono pet-friendly e organizzati per ospitare i nostri amici a quattro zampe. Di conseguenza anche spiagge e lidi si sono attrezzati per permetterci di portare il nostro cane in vacanza e sotto l’ombrellone con noi.
E allora perché lasciarli a casa? Ormai potete tranquillamente fare la vostra vacanza con il cane. Spesso però ci chiedete se è necessario prendere delle precauzioni anche per i nostri amici a quattro zampe quando vengono in spiaggia insieme a noi. Generalmente i cani non sono abituati a passare la giornata in spiaggia, per questo è bene proteggerli.

Ecco allora 3 semplici accorgimenti per proteggere i nostri cani sotto l’ombrellone:

1•  Lo sapete che anche i cani, proprio come noi umani, hanno bisogno di una protezione solare?  Ebbene si, anche loro possono scottarsi. Per questo è utile e preventivo proteggerli con lozioni spray oppure in crema da applicare nelle zone senza pelo o comunque sensibili.  La zona attorno alle orecchie, al naso, i gomiti ed anche i polpastrelli sono zone molto delicate.

2•  L’idratazione è importante! Anche loro sudano e hanno bisogno di reidratarsi. Ricordatevi di far bere il vostro cane prima, durante e dopo l’esposizione al sole.

 

La felicità di un cane che gioca tra le onde

 

 

3•  I cani adorano scorrazzare nell’ acqua ma è molto importante, dopo il bagno, risciacquarli subito con acqua corrente perché la salsedine potrebbe irritare la loro cute.
Per completare la pulizia potete utilizzare uno shampoo ristrutturante opportunamente diluito oppure prodotti cosmetici che, oltre a pulire il pelo, rimuovono in profondità i residui del sale permettendo così all’epidermide di non disidratarsi eccessivamente. Talvolta il pelo, dopo una lunga esposizione all’ acqua salata, potrebbe risultare opaco e leggermente ruvido al tatto. Non spaventatevi, è l’effetto del sale!
In tal caso si possono utilizzare lozioni spray rinfrescanti e reidratanti della cute per far risplendere di nuovo il pelo del vostro cane. Da We&Pets, pet-care shop di Zanica, potrete trovare tutti i prodotti e farvi consigliare quello più adatto. (Facebook: We&Pets)

Insomma, potete portare con voi il vostro cane ovunque, al mare o al lago, senza problemi. Godetevi a pieno la vostra vacanza con lui ma abbiatene cura prima e dopo il bagno.

Ti è piaciuto l’articolo? Metti un Like e Seguici su Facebook sulla pagina Pets&Us

Buon divertimento!

Credits: photos by Tao Jones and Oscar Sutton

Ci hanno scelto loro e noi li abbandoniamo?

Ci hanno scelto loro e noi abbiamo il coraggio di abbandonarli? Anche noi siamo stati scelti dalla nostra amata #FayAussie! Ricordiamo infatti che i primi di febbraio del 2014 quando ci siamo recati da Valentina per scegliere il cucciolo da adottare, è stata proprio #FayAussie a scegliere Simona.Noi ci siamo innamorati subito dei suoi occhioni Blu e dal suo Nasino con le macchiette Rosa! Anche i nostri amici hanno avuto la stessa accoglienza dal Cane o Gatto che hanno adottato. Gabriele, Simona e tutti i loro amici non abbandoneranno mai il proprio compagno di vita e di avventure. Sicuramente avrete spesso guardato negli occhi il vostro animale domestico e negli stessi occhi avrete intravisto un Universo di Amore nei vostri confronti. Non si deve abbandonare mai nessuno, soprattutto chi vi ama…non potremmo mai dimenticare anche la nostra miciona #KellyChatNoir. Buon Amore a tutti da Gabriele e Simona. http://www.pets-us.eu

Perché il mio Cane perde il pelo anche in Inverno? 4 Utili Rimedi.

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ma perché il mio Cane perde così tanto pelo anche d’inverno? Chissà quante volte vi siete posti questa domanda! Tralasciando problemi di salute della pelle che causano la perdita di pelo (tipo le dermatiti) dei quali è meglio che se ne occupi un Medico Veterinario, una causa è che magari il vostro Cane per la maggior parte del tempo vive in ambienti caldi. Infatti il metabolismo di ogni animale che vive all’aperto, seguendo il cambiamento delle temperature esterne, provvede a dotarlo di un pelo che lo protegga dal freddo. Più le temperature si abbassano e più il manto peloso si modifica per “Tenere al Caldo” il Cane. Il manto di un cane che vive in casa pertanto tende a perdere in continuazione i peli perché ritenuti “Non Necessari” per proteggerlo dal freddo. Pur sembrando una considerazione semplice, questa è la realtà. Tenete pertanto sempre il vostro cane con voi in casa perché è una buona abitudine, mentre per limitare la perdita eccessiva vi posso dare 4 Consigli:

  • Spazzolate più volte la settimana il vostro Cane per rimuovere i peli “Superflui” e dare modo al manto di “Respirare” e “Rafforzarsi”;
  • Somministrare al Cane Alimenti ricchi e con un “Buon Rapporto” di grassi Omega 3 ed Omega 6;
  • Se date una dieta casalinga somministrate al Cane “Olio di Salmone” o se volete spendere un po meno “Olio di Fegato di Merluzzo”;
  • Se volete somministrare Grassi Omega 3 ed Omega 6 appetibili e pronti all’uso esistono anche Snacks funzionali, Perle, Liquidi, Paste, e tanti altri prodotti appetibili ed apprezzati.

I prodotti sopra elencati sono disponibili nel nostro negozio We & Pets di Zanica Bg in Via Padergnone 36 (info 035671198), dove troverete del personale specializzato che vi consiglierà e spiegherà nel dettaglio il prodotto più adatto per il vostro cane. Gabriele Albani.

https://www.facebook.com/WeAndPetsZanica/

https://www.google.it/maps/place/Via+Padergnone,+36,+24050+Zanica+BG/@45.6412309,9.6918098,16z/data=!4m5!3m4!1s0x47814fe1c19803db:0x58a4663e73414847!8m2!3d45.6435712!4d9.6935157?hl=it